Skip to Content

<

Archeologia Industriale: la diga del Gleno

A cache by TheBart&Globulo Send Message to Owner Message this owner
Hidden : 6/14/2009
Difficulty:
1 out of 5
Terrain:
3 out of 5

Size: Size: regular (regular)

Join now to view geocache location details. It's free!

Watch

How Geocaching Works

Please note Use of geocaching.com services is subject to the terms and conditions in our disclaimer.

Geocache Description:



Archeologia industriale: diga del Gleno



   
(english below)


Il 1 dicembre 1923 la diga del Gleno, la cui costruzione iniziò nel 1916, crollò a soli tre mesi dalla conclusione dei lavori principali, travolgendo con quattro milioni di metri cubi d'acqua, in soli quindici minuti, i sottostanti paesi di Buezzo, Dezzo, Azzone e Colere: morirono (sebbene il numero preciso delle vittime non sia mai stato accertato) circa 350 persone.
La vicenda della diga è molto complessa: all'epoca le cause del crollo furono via via additate ad una scarsa qualità dei lavori, ad un evento sismico o ad un atto terroristico. Un'analisi molto precisa di quanto successo è scaricabile qui (2Mb). In questo sito, troverete invece molte foto e testimonianze dell'epoca.
Quel che rimane della diga, non è mai stato abbattuto.


Il sentiero per raggiungere la diga parte da Pianezza: potete parcheggiare al WP indicato e imboccare la stradina Via Bet. Girate subito a destra, passando tra le case, quindi a sinistra e di nuovo a destra (quando troverete un cartello a mano, letteralmente..). Da questo punto inizia un ripido sentiero a scalini che si inoltra nel bosco. Dopo una decina di minuti, giunti ad un bivio si gira a destra lungo un sentiero pianeggiante: da questo punto troverete numerosi segnali che indicano il sentiero 411 del CAI. Il sentiero prosegue molto ripido per altri trenta minuti, costeggiando una condotta dell'acqua. Giunti in cima alla condotta sarete in quota e il sentiero prosegue in piano fino alla diga, con passaggi meravigliosi scavati nella roccia (in totale il percorso dura un'ora e dieci, nostro tempo con poco allenamento e qualche chilo di troppo). A parte la ripida salita iniziale, il sentiero non presenta altre difficoltà ed è facilmente riconoscibile. Una bella descrizione fotografica del sentiero si trova qui.
Attenzione, lungo il tragitto potreste incontrare dei cerbiatti: non toccateli per nessun motivo, anche se vi sembrano spaventati o abbandonati; la madre, che è nelle vicinanze, non riconoscerebbe più il loro odore, coperto dal vostro, e li abbandonerebbe davvero!

Giunti ai resti della diga, passato il piccolo ponte sul canale di scolmo, il sentiero si divide: uno sulla sinistra porta al cache (occorre scavalcare il troncone di sinistra, guadando un piccolo torrente); quelli sulla destra proseguono lungo il piccolo lago artificiale, sulle sponde del quale è possibile godere di una vista meravigliosa e, magari, di un ottimo picnic ristoratore.

Ricordate di portarvi una scorta d'acqua perchè sul posto non si trova. Attenzione anche all'abbigliamento, siete in montagna, in una valle chiusa e il tempo cambia in fretta. Il sentiero è percorribile da metà maggio a metà ottobre; nei restanti mesi è sempre coperto di neve.

Il cache è un contenitore tupperware grande che contiene tutto il necessario; è nascosto in una zona più riparata rispetto al piano della diga, ma fate comunque molta attenzione durante la ricerca: la zona, nonostante la fatica richiesta per raggiungerla, è molto frequentata, soprattutto la domenica, poichè alla diga giungono diversi sentieri.


 


On December the 1st 1923, Gleno's dam broke down causing 356 victims. This is one of the worst disasters happened in Italy (more info here).

The path in order to catch up the dam leaves from Pianezza: you can to park to the indicated WP and follow the narrow lane Via Bet. Turns quickly to right, passing between the houses, therefore on the left and to right (when you find a handmade sign, literally.). From this point begins a steep path that entering in the forest. After ten minutes, turn right on a plan path: from this point you will find a lot of signs that indicate path 411. The path continues much steeps for others thirty minuteren, following a water pipe. Reaching top of the pipe, path continues in plan till the dam, with wonderful passages in the cliff (total time 70 minutes, our time with no training and a lot of personal kg..). You may have a nice photo of the path here.
Pay extra attention, please: on the way you may meet some fawn: don't touch it (nearby mother would not recognize it by smell, covered from yours).

Reached the dam, cross the small bridge on the channel; the path on the left carry you to the cache (it is necessary turn around the left part of dam, crossing a small river). The right path, carry you on the board of a little lake, where you may have lunch.

Bring with you a lot of water, on place you can't found it. Path is accessible from may to september, otherwise snow is to much high.

Additional Hints (No hints available.)



 

Find...

53 Logged Visits

Found it 48     Write note 3     Publish Listing 1     Owner Maintenance 1     

View Logbook | View the Image Gallery of 35 images

**Warning! Spoilers may be included in the descriptions or links.

Current Time:
Last Updated:
Rendered From:Unknown
Coordinates are in the WGS84 datum

Return to the Top of the Page

Reviewer notes

Use this space to describe your geocache location, container, and how it's hidden to your reviewer. If you've made changes, tell the reviewer what changes you made. The more they know, the easier it is for them to publish your geocache. This note will not be visible to the public when your geocache is published.