Skip to Content

<

Santa Maria sopra Olcio

A cache by Gio & Ime (Giosa Team) Send Message to Owner Message this owner
Hidden : 4/13/2011
Difficulty:
1.5 out of 5
Terrain:
2.5 out of 5

Size: Size: regular (regular)

Join now to view geocache location details. It's free!

Watch

How Geocaching Works

Please note Use of geocaching.com services is subject to the terms and conditions in our disclaimer.

Geocache Description:


Santa Maria sopra Olcio.


La cache è parte di una serie di 3 cache nascoste sul sentiero (15-17) che porta alla chiesa di Santa Maria sopra Olcio

La storia: gia nel 1145 un papa, Enrico III le aveva concesso privilegi straordinari, ricordandola come consacrata al nome di Maria, riconoscendole un ruolo significativo, fondamentale persino, quale luogo di culto e di ristoro per coloro che dalla Valsassina si spingevano al lago, e viceversa. Una piccola chiesa, alcuni raccolti edifici, un chiostro: un ospizio religioso di montagna, insomma, nato probabilmente nell’alto medioevo, attivo certamente già prima del Mille. Gestito, all’inizio, dai monaci di san Benedetto, che anche qui potevano dare piena applicazione alla loro regola, Ora et labora. Il viandante vi trovava riparo per la notte, il pellegrino vi riceveva il conforto di una pia parola. Per tutti un panorama incantevole, che si sarebbe portato nel cuore fino a casa: da una parte le cime innevate, dall’altra la distesa del lago. Ai benedettini seguirono forse i templari, i celebri monaci guerrieri. Nel Cinquecento, e negli anni a venire, non cessò la devozione popolare, ma venne meno la presenza stabile nel santuario alpestre. L’apertura di nuove vie di comunicazione, più rapide, meno impervie, lasciarono più isolato che mai il vetusto ospizio, meta sì dei devoti pellegrinaggi della gente lariana, ma dalla cadenza periodica, stagionale, legata per lo più alle grandi celebrazioni mariane. Nel 1750 Alessandro Carnizzari tornò ad abitare il santuario, facendosi eremita, da ricco che era. Per fede profonda, per amore – ne siamo certi - delle sue montagne. Da qui il suo sguardo si posava sul Sasso Cavallo, accarezzava il pizzo Carbonai, s’arrampicava lungo i torrioni Magnaghi, la cresta Parascioli, la punta Malavello, e poi ancor più su, aggrappandosi alla cima aguzza della Grigna settentrionale... Una meraviglia che incanta i cuori e libera la mente. Allora come oggi ancora, per nostra fortuna.

Come raggiungere la cache:
Da Mandello del Lario si sale per carrozzabile a Somana e si prosegue per la frazione di Sonvico fino a raggiungere il parcheggio, si prosegue quindi a piedi passando tra antiche case rurali, seguendo le indicazioni per il sentiero 15-17 (vedi foto). Appena superate le case si prende un sentiero di pietra, modellato da migliaia di piedi, accompagnato in principio da viti e ulivi, ombrato poi da fitti alberi che s’aprono a tratti, mostrando i monti e il sole. E ogni cento passi una croce, moderna, semplicissima via Crucis a indicare il cammino, che porta prima allla cappella di Santa Preda e poi alla chiesetta di Santa Maria (664 metri). Il complesso formato dalla chiesetta e dall'ospizio medioevale, miracolosamente risparmiato da un furioso incendio che ha devastato la zona nel 1997, completamente restaurato in questi anni, è aperto solo in particolari occasioni (durante la bella stagione di solito aperto nei festivi e alcune volte il sabato). Per ulteriori informazioni si può contattare il parroco di Olcio (0341.731605).
Dal parcheggio si raggiunge la cache in 45/60 minuti.

La cache pur essendo nascosta nella parte posteriore del complesso richiede una certa discrezione nella ricerca, poichè in certe occasioni festive, il luogo (di solito solitario) potrebbe essere molto frequentato. Il contenitore, un tupperware a chiusura ermetica, contiene diversi piccoli oggetti.
Quando è stata nascosta la cache la ricezione satelliti era pessima: aiutatevi con la foto spoiler.


The cache is part of a series of  3 cache hidden on the path (15-17) to the church of Santa Maria sopra Olcio.

The story:
already a pope in 1145, Henry III had granted the privileges overtime, dedicated to remembering how the name of Mary, recognizing a significant role, even essential, as place of worship and refreshment for those who are from Valsassina drove to the lake, and vice versa.
A small church, gathered some buildings, a monastery, a hospice religious mountain, in short, was probably born in mediaeval times, certainly active before the Mille. Managed initially by monks St. Benedict, who here could fully implement the their rule, Ora et labora. The traveler will find shelter for the night, the pilgrim will receive the comfort of a pious word. To all the enchanting, that would be brought up to the heart home: on the one hand, the snow-capped peaks, the other the expanse of the lake. Perhaps the Benedictines followed the Templars, the famous Monks warriors

How to reach the cache : From Mandello del Lario go up along the road to Somana and continue to the village of Sonvico up to the parking lot, then continue on foot passing through old farmhouses, following the signs to the trail 15 to 17 (see photo). Just past the houses take a path of stone, shaped by thousands of feet, accompanied at first by vines and olive trees, and shaded by thick trees that open at times, showing the mountains and the sun. And every hundred meters you can see a modern cross.
The complex formed by the medieval church and hospice, miraculously saved from a raging fire that devastated the area in 1997, completely renovated in recent years, is open only on special occasions (during the summer season usually open on holidays and sometimes Saturday). For more information, please contact the parish priest of Olcio (0341.731605).
From the parking about 45/60 min.

The cache, although it is hidden in the back of the complex requires a certain discretion in the search, as in certain festive occasions, the place (usually solitary) can be very busy. The container is an tupperware, contains several small items.
When the cache was hidden satellite reception was poor, help you with the spoiler photos.

free counters

Additional Hints (Decrypt)

[ITA] Fbggb n ha tebffb znffb (irqv sbgb fcbvyre)
[ENG] Haqre n ovt fgbar (frr sbgb fcbvyre)

Decryption Key

A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M
-------------------------
N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

(letter above equals below, and vice versa)



 

Find...

75 Logged Visits

Found it 65     Didn't find it 7     Write note 1     Publish Listing 1     Owner Maintenance 1     

View Logbook | View the Image Gallery of 15 images

**Warning! Spoilers may be included in the descriptions or links.

Current Time:
Last Updated:
Rendered From:Unknown
Coordinates are in the WGS84 datum

Return to the Top of the Page

Reviewer notes

Use this space to describe your geocache location, container, and how it's hidden to your reviewer. If you've made changes, tell the reviewer what changes you made. The more they know, the easier it is for them to publish your geocache. This note will not be visible to the public when your geocache is published.