Skip to Content

<

Moby Dick o la Balena

A cache by gpsblues Send Message to Owner Message this owner
Hidden : 04/13/2014
Difficulty:
1.5 out of 5
Terrain:
1.5 out of 5

Size: Size: micro (micro)

Join now to view geocache location details. It's free!

Watch

How Geocaching Works

Please note Use of geocaching.com services is subject to the terms and conditions in our disclaimer.

Geocache Description:

Chiamatemi Ismaele. Alcuni anni fa - non importa quanti esattamente - avendo pochi o punti denari in tasca e nulla di particolare che m'interessasse a terra, pensai di darmi al geocaching e vedere la parte nascosta del mondo.

Call me Ishmael. Some years ago - never mind how long precisely - having little or no money in my purse, and nothing particular to interest me on shore, I thought I would geocache about a little and see the hidden part of the world.


geotrail val di zena



Questa cache fa parte dell'itinerario "GeoTrail della Val di Zena" ideato per valorizzare luoghi di interesse storico, artistico, naturalistico e culturale di questa affascinante valle incontaminata alle porte di Bologna.
Consigliamo di raggiungere la geocache tramite un breve itinerario a piedi che collega Moby Dick a Gorgognano attraverso la strada carrozzabile.

Facile geocache nascosta nel ventre della balena. Si parcheggia l'auto nei pressi di GZ.

Moby Dick o la Balena

Siamo sul luogo di ritrovamento dello scheletro di una balena fossile oggi conosciuta come "Balena fossile di Pianoro" o "Balena fossile della val di Zena" o ancora "Balena fossile di Gorgognano". Si tratta di una balenottera giovane, lunga circa 9m, arenatasi qui 5 milioni di anni fa ed ora conservata presso il Museo Geologico "Giovanni Cappellini" di Bologna. Sul sito è oggi installata una scultura della balena in scala reale, realizzata dall'istituto delle Belle Arti con la consulenza del museo, ispirata all'opera di Melville.

Fu scoperta nell’autunno del 1965 da Bruno Monti, un abile ruspista che faceva lavori di adeguamento morfologico al limite di un trivio da cui si staccava una carrareccia lungo la via di Gorgognano sul crinale fra Zena e Zula. Modellava il versante erboso parallelamente agli strati argillosi grigi poco inclinati a Sud, dolcemente per raccordarlo alla straducola. All’imbrunire avvertì di aver toccato qualcosa di più duro e fragile. Al mattino dopo si avvide di aver sfiorato ossa color marron. Ne raccolse un pezzo che ritenne di zanna di elefante e lo portò all’Istituto di Geologia dell’Università a Bologna. Il nuovo titolare di Paleontologia, Vittorio Vialli, un sopravissuto a Dachau, si rese conto del valore potenziale del resto fossile e dispose un sopralluogo. Apparve chiaro che c’erano ossa di balena. Tre settimane dopo a fine Ottobre 1965, con un traino a buoi fino alla strada di fondovalle, le ossa della balena ingessate e impacchettate arrivavano a Bologna. [...] La balena giace ora appoggiata sul prato da cui nel 1965 è stato scavato il suo scheletro fossile che ora è esposto nella Sala Vialli del Museo Capellini a Bologna. Brilla bianca, come nel romanzo di Melville, sul prato verde incastonato tra boschi, vecchi casolari, e agriturismi invitanti. Il monumento alla Balena della Val di Zena (un altro dei suoi nomi comuni) è opera di una classe dell’Accademia di Belle Arti guidata dal professor Davide Rivalta. E’ stato reso possibile da un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna. L’inaugurazione è avvenuta con una festa di popolo la domenica 11 Maggio 2008, Anno Internazionale del Pianeta Terra, per proclamazione dell’Assemblea Generale dell’ONU.
Fonte: Museo Geologico Giovanni Cappellini

Oggi ad oltre 50 anni di distanza dal ritrovamento, Lamberto Monti, il figlio dell'abile ruspista segue con l'Associazione Parco Museale della Val di Zena il magnifico Museo dei Botroidi (GC75Q77) tappa essenziale di questo GeoTrail. Il figlio ci racconta che poi il padre, forse per gli enormi disagi causati dall'arresto dei lavori, subito dopo cambiò lavoro diventando poi il postino di questa magnifica valle.

geotrail val di zena



This cache is part of the "GeoTrail della Val di Zena" planned to value the historical, artistic and  naturalistic places of this charming unspoilt valley just out the doors of Bologna.
We suggest you to reach the geocache through a little walking that connects Moby Dick to Gorgognano across the road.

Easy geocache hidden in the whale's belly. Parking near GZ.

Moby Dick or the Whale

The fossil bones of the Middle Pliocene whale was excavated in 1965 from the Pianoro hills south of Bologna. The whale was identified as a young specimen of about 9 m in length, quite nicely preserved and relatively complete of Balaenoptera acutorostrata. A teacher at the Bologna Academy of Fine Arts had the idea to restore the body of the whale when living, in the assumption that it could be imagined as a simulation of Melville’s White Whale. With the help of his class, the teacher after consultations with the staff of Capellini Museum, succeeded in producing a perfect restoration of the whale body at the original scale.
On spring 2008, when celebrating the International Year of the Planet Earth proclaimed by the UNO General Assembly, the white coloured Pianoro whale was placed on the green hill where from it had been excavated some four decades before.


Additional Hints (Decrypt)

fbggb yn cnapvn, gen qhr fnffv - haqre gur oryyl, orgjrra gjb fgbarf

Decryption Key

A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M
-------------------------
N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

(letter above equals below, and vice versa)



 

Find...

50 Logged Visits

Found it 45     Write note 4     Publish Listing 1     

View Logbook | View the Image Gallery of 14 images

**Warning! Spoilers may be included in the descriptions or links.

Current Time:
Last Updated:
Rendered From:Unknown
Coordinates are in the WGS84 datum

Return to the Top of the Page

Reviewer notes

Use this space to describe your geocache location, container, and how it's hidden to your reviewer. If you've made changes, tell the reviewer what changes you made. The more they know, the easier it is for them to publish your geocache. This note will not be visible to the public when your geocache is published.