Skip to content

<

Cimitero Monumentale - Un museo a cielo aperto

A cache by ilTozzo & Lord Yoruno Send Message to Owner Message this owner
Hidden : 01/19/2015
Difficulty:
3 out of 5
Terrain:
2 out of 5

Size: Size:   small (small)

Join now to view geocache location details. It's free!

Watch

How Geocaching Works

Please note Use of geocaching.com services is subject to the terms and conditions in our disclaimer.

Geocache Description:


ITALIANO

Il Cimitero Monumentale fu costruito a Milano tra il 1863 e il 1866, su un progetto dell’architetto Carlo Maciachini, con lo scopo di sostituire i sei cimiteri esistenti fuori dalle mura della città. Maciachini riuscì a coniugare un impianto a giardino di ispirazione vittoriana con un’imponente parte architettonica, costruita con uno stile eclettico che riprendeva elementi da vari stili: gotico lombardo, romanico pisano, gotico ravennate e bizantino. L’edificio principale del cimitero è il Famedio (o Tempio della Fama) dove sono sepolti o commemorati numerosi personaggi illustri legati alla città di Milano: nel centro, sotto le sue volte blu cielo, svetta la tomba di Alessandro Manzoni, mentre sulle pareti sono ricordati i nomi di tutti i cittadini illustri che, in qualche modo, hanno reso grande la città. Al centro del cimitero si trova l’Ossario Centrale, costruito in uno stile simile al Famedio ma con materiali meno pregiati, che ospita loculi molto antichi e un altare, utilizzato in passato per le funzioni funebri (oggi si usa la chiesa del Santissimo Crocifisso, che si trova sotto il Famedio). In fondo al cimitero si trova il Tempio Crematorio, il primo di tutta l’Europa, che fu costruito in stile greco dorico per volere dell’industriale Alberto Keller e si dice che fu finanziato coi soldi della Massoneria (al suo interno, infatti, troverete numerosi simboli massonici). Lungo i viali alberati e nelle gallerie del cimitero è possibile trovare numerose edicole e tombe che portano la firma di scultori famosi (tra cui: Odoardo Tabacchi, Medardo Rosso, Adolfo Wildt, Lucio Fontana e Arnaldo Pomodoro), in una mescolanza di stili che va dal Realismo all’Astrattismo, passando per la Scapigliatura, il Liberty, l’Art Déco, il Simbolismo e il Neoclassicismo. Le opere sono così tante e così importanti che spesso il cimitero viene considerato un vero e proprio “museo a cielo aperto”. Questa cache vi mostrerà alcune tra le edicole più belle e famose, ma mentre passeggiate da un waypoint all’altro non esitate a guardarvi intorno: potreste imbattervi in qualche altro gioiello!

Alle coordinate del listing troverete l’ingresso dell’Info Point, dove potrete trovare mappe e guide per il cimitero che potranno esservi utili durante il vostro giro. Entrate nel cimitero e iniziate a cercare i numeri che serviranno per calcolare il final.

A
Per ottenere A dovrete prima recarvi al waypoint AX: siete all’interno del Famedio. Sul lato opposto alla porta principale, ci sono alcuni supporti a forma di vela su cui sono poste diverse targhette coi nomi di tutti i milanesi illustri. Il numero di questi supporti è X.
In seguito recatevi al waypoint AY: troverete l’edicola Bernocchi: una piramide conica tronca sulla quale sono scolpite a tutto tondo 176 figure che rappresentano le scene della Via Crucis. Contate le barre verticali del cancelletto: questo numero è Y.
Infine recatevi al waypoint AZ: questo è il Tempio Crematorio. Entrate: nella stanza in fondo ci sono ancora i forni (ormai in disuso) utilizzati per la cremazione dei corpi. Il numero dei forni (se avete difficoltà a capire quanti sono, contate le lettere sopra le porte) è Z.
Sommando X, Y e Z otterrete un numero: la sua metà sarà A.

B
B può essere trovato in due posti, non dovrete visitarli entrambi per forza. Al waypoint B1 troverete l’edicola Falck, un obelisco che ricorda moltissimo la ciminiera di una fabbrica, a richiamare l’industria siderurgica che rese illustre questa famiglia. Davanti a esso è presente un’insolita scultura in marmo che accosta le scene bibliche dell’Annunciazione e della Deposizione, mentre di fronte all’ingresso della cripta, una volta scese le scale, troverete un altorilievo in bronzo: sulla destra è scolpito un vaso di fiori. Il numero dei fiori aperti nel vaso è B.
In alternativa potrete recarvi al waypoint B2, troverete l’edicola Campari, una delle più note e imponenti del cimitero. La scultura in bronzo è una rappresentazione dell’Ultima Cena nel momento dello spezzare del pane. Giuda è riconoscibile perché non mostra le mani e tiene nascosta tra i piedi la scarsella con i trenta denari. È anche più “brutto” degli altri apostoli, e si dice che lo scultore si ispirò al viso di un rivale per modellarlo. Sul davanti della scultura troverete un’iscrizione in latino: il numero delle piccole croci che stanno tra una parola e l’altra (includete anche quelle all’inizio e alla fine dell’iscrizione) è B.

C
Anche per trovare C avrete due possibilità. Al waypoint C1 troverete l’edicola Calegari, una sontuosa cappella neogotica in marmo bianco con numerose cuspidi, pinnacoli, guglie e trafori. Il colore e le decorazioni ricordano il Duomo di Milano, ma molti sono anche i richiami alle cattedrali gotiche del Nord Europa. Sul retro della cappella c’è una porticina con traforate delle croci e dei motivi a forma di freccia. Il numero delle croci è C.
Alternativamente, al waypoint C2 c’è l’edicola Bruni, una piramide che richiama l’architettura egizia. Anche le decorazioni ricordano l’arte funeraria egizia: troviamo infatti una fanciulla che indica la porta (simbolo del passaggio) e una sfinge accovacciata che custodisce il sepolcro. Intorno alla porta c’è un bassorilievo in cui si ripete la figura di una fanciulla che suona, mentre sopra la porta troviamo un sole circondato da alcuni serpenti: il numero dei serpenti è C.

D
Anche D può essere trovato in due posti diversi. Al waypoint D1 troverete l’edicola Besenzanica, una sintesi tra Simbolismo e Realismo. La tomba è infatti composta da due sculture: in primo piano una scultura in bronzo raffigura dei contadini e dei buoi che trainano un aratro, mentre sullo sfondo, in pietra rossa, la Natura (rappresentata da un gigantesco volto di donna) infonde su di loro il suo soffio vitale. Nella scena in bronzo alcune figure (sia umani che animali) NON indossano un cappello: questo numero è D.
In alternativa, al waypoint D2 troverete l’edicola Toscanini, una piccola edicola di marmo con bassorilievi allegorici ispirati alla Secessione Viennese. Oltre alle spoglie del Arturo Toscanini e della sua famiglia, qui è sepolto anche il pianista Vladimir Horowitz, genero del Maestro. Le figure scolpite ricordano soprattutto Giorgio, figlio di Toscanini, morto di difterite a 5 anni. Tra i bassorilievi, infatti, troviamo le figure dei genitori affranti, una culla con i giocattoli e una nave, che servì a riportare la salma di Giorgio in Italia dall’America. Questa nave ha alcune vele: il loro numero è D.

Ora avete tutti i numeri per calcolare il final:
N 45° 29. (C/2) (D-3) (B)
E 09° 10. (A-1) (D-2) (B+2)

La cache è posta all'esterno del cimitero ed è sempre accessibile, mentre il cimitero è aperto dalle 08.00 alle 18.00, dal martedì alla domenica. Trovando questa cache otterrete anche un premio speciale che potrete mettere in mostra sul vostro profilo (vedi immagini sotto)!

Siete caldamente pregati di non arrampicarvi, toccare o danneggiare i monumenti. Grazie!


ENGLISH

Monumental Cemetery was built in Milan in the years 1863-1866 to replace the six small graveyards placed outside the city walls. The project was made by architect Carlo Maciachini, who combined a garden layout (modeled on Victorian Garden Cemeteries) with grand architectonical buildings, built in an eclectic style which mixed different elements from various styles: Lombard Gothic, Pisan Romanesque, Ravenna Gothic and Byzantine. The main building is the Famedio (Temple of Fame), where are buried or commemorated many famous persons someway linked to the city of Milan. In the center, under the sky-blue vaults, there is the tomb of Alessandro Manzoni, the most famous Milanese novelist, while on the walls are written all the names of famous citizens who made the city important. In the center of the Cemetery there is the Central Ossarium, built in a style similar to the Famedio, but with cheaper materials. It hosts many ancient tombs and an altar, which was used in the past to celebrate funerals (now these are celebrated in Saint Crucifix Church, under the Famedio). On the opposite side of the Cemetery, there is the Crematorium Temple, the first in Europe, built in a greek-doric style. It was wanted by industrialist Alberto Keller, and someone says that it had been financed by Masonry (inside, in fact, there are many Masonic symbols). Along the paths and in the galleries of the Cemetery, there are many tombs and graves sculpted by many famous artists (in example: Odoardo Tabacchi, Medardo Rosso, Adolfo Wildt, Lucio Fontana and Arnaldo Pomodoro): because of this, there is a mix of many different styles, like Realism, Abstractionism, Symbolism, Liberty, Neoclassicism, Art Déco. Sculptures are so many and so important that this cemetery is often called an “open-air museum”. This cache will show you some of the most famous and most beautiful tombs, but while you are walking from a waypoint to another, don’t hesitate to have a look around: you can find some other gems!

At listed coordinates you'll find the entrance to the Cemetery Info Point, where you can find maps and guides for your tour. Enter the cemetery and search for the numbers you need to calculate the final coordinates.

A
To obtain A you first have to go at waypoint AX: now you are inside the Famedio. On the side opposite to the main door, there are some sailing-shaped supports where are posed many small plaques with names of every famous Milanese. The number of these supports is X.
Then go to waypoint AY: you will find Bernocchi tomb, a truncated conical pyramid which features 176 in-the-round sculptures representing the Via Crucis. The number of vertical bars of the small gate is Y.
In the end, go to waypoint AZ: this is the Crematorium Temple. Get in: in the last room there are the crematory ovens (not used anymore). The number of these ovens (if it’s hard to count them, have a look at the letters above the doors) is Z.
Sum X, Y and Z and you will obtain a number: the half of this number is A

B
B can be found in two different places, there’s no need to visit them both. At waypoint B1 you will find Falck tomb, an obelisk very similar to the chimney of a factory, in homage to steel industry, which made this family important. In front of it there is a marble sculpture which combines two biblical episodes: Annunciation and Entombement of Christ. In front of the door of the crypt, down the stairs, there is a bronze high-relief: on the right is sculpted a vase. The number of open flowers inside it is B.
Alternatively, you can go to waypoint B2, you will find Campari tomb, one of the most grand and famous in the Cemetery. The bronze sculpture represents the Last Supper, in the moment when Jesus is breaking the bread. You can recognize Judas because he is hiding his hands, and also has a small bag with the 30 pieces of silver next to his feet. He is also the “ugliest” of the Apostoles, and is said the the sculptor modeled it on a rival’s face. In the front of the sculpture there is an inscription in latin: the number of the small crosses between the words (including those at the beginning and at the end) is B

C
Also with C you have two options. At waypoint C1 you will find Calegari tomb, an elegant neo-gothic chapel built in white marble, with many cusps, pinnacles, spires and fretworks. Both the color and the decorations recall the Duomo of Milan, buth there are also many references to gothic Northern European cathedrals. On the back of this tomb there is a small door with crosses and arrows perforated in it. The number of the crosses is C.
Alternatively, at waypoint C2 you will find Bruni tomb, a pyramid which recalls Egyptian architecture. Also the decorations are a reference to Egyptian funerary art: there is a girl showing the door (a symbol of passage) and a sitting sphinx to guard the tomb. Around the door there’s a bas-relief with a girl playing music, while above the door there is a sun with some snakes. The number of the snakes is C.

D
Also D can be found in two different places. At waypoint D1 you will find Besenzanica tomb, a synthesis of Realism and Symbolism. The tomb, in fact, is composed of two different sculptures: in the front, a bronze sculpture represents some farmers and oxen pulling a plow, while in the back, the Nature (symbolized by a gigantic woman face sculpted in red stone), blows on them her breath of life. In the bronze scene, some characters (both human and animals) do NOT wear a hat: this number is D.
Alternatively, at waypoint D2 you will find Toscanini tomb, a small marble tomb decorated with allegorical bas-relief which recall the Vienna Secession. Together with the remains of Arturo Toscanini, famous orchestra conductor, and his family, here is also buried Vladimir Horowitz, famous pianist and son-in-law of Toscanini. The sculptures are mostly a homage to Giorgio, son of Toscanini, who died of diphtheria when he was only 5: among them we can find the heartbroken parents, a cradle with toys and a ship, who brought the body of Giorgio back to Italy from America. This ship has some sailings: their number is D.

Now you have all the needed numbers to calculate the final:
N 45° 29. (C/2) (D-3) (B)
E 09° 10. (A-1) (D-2) (B+2)

The cache is outside the cemetery and is always accessible, while the cemetery opens from Tuesday to Sunday, from 08.00 am to 06.00 pm. By finding this cache you will also earn a special prize you can show on your profile (see images below)!

Note: please do NOT climb, touch or damage the monuments. Thank you!

Additional Hints (Decrypt)

[A+B+C+D=19]
[A*B*C*D=288]
[Cache] svarfgen - jvaqbj

Decryption Key

A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M
-------------------------
N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

(letter above equals below, and vice versa)