Skip to content

<

Buontalenti's ice-cream

A cache by bluemarlin Send Message to Owner Message this owner
Hidden : 12/27/2007
Difficulty:
1 out of 5
Terrain:
1 out of 5

Size: Size:   small (small)

Join now to view geocache location details. It's free!

Watch

How Geocaching Works

Please note Use of geocaching.com services is subject to the terms and conditions in our disclaimer.

Geocache Description:


Buontalenti’s ice-cream

Bernardo Buontalenti (1536-1608)

Buontalenti è famoso come architetto del tardo Rinascimento e del Manierismo, ma fu anche scultore, scenografo e ingegnere militare.
Se vi recate in qualche gelateria artigianale di Firenze non è raro che possiate trovare il gelato al gusto “Buontalenti”. “Cosa c’entra il Buontalenti col gelato?” vi domanderete? “E che gusto è?” In realtà Buontalenti c’entra e come. In pratica Bernardo Buontalenti è l’inventore del gelato moderno. Il gelato inteso come sorbetto era conosciuto fin dall’antichità, nella Bibbia Isacco offre ad Abramo latte di capra con neve. Egiziani, greci, romani usavano ghiaccio di neve misto a miele, frutta, latte e così via, per cui il gelato non era altro che del ghiaccio di neve zuccherato e aromatizzato o poco più, tentativi di renderlo più complesso fallirono dato che non c’erano frigoriferi, il problema erano la conservazione e l’amalgama per impedire che il sorbetto divenisse poltiglia.
Buontalenti inventò una macchina, in pratica una scatola sigillata, posta in una intercapedine in cui veniva messo il ghiaccio, con una manovella che azionava al suo interno alcune pale che mantenevano il gelato amalgamato e gli impedivano di sciogliersi, per cui poté usare ingredienti più complessi quali zabaione, uova ecc.. Buontalenti, che era anche un ghiottone, trovò ampi consensi in un’altra ghiottona qual era Caterina de’ Medici che apprezzò moltissimo la sua invenzione e se la portò a Parigi quando divenne moglie di Enrico II, dove ebbe un grande successo.
Per questo, se prenderete in una gelateria il gelato al gusto “Buontalenti”, che altro non è che gelato allo zabaione, sappiate che state gustando il gelato al primo gusto della storia.

Prima che venissero inventati i frigoriferi, durante l’inverno dei carri portavano blocchi di neve ghiacciata dalle montagne nelle città, dove venivano accumulati in apposite ghiacciaie per la conservazione degli alimenti. Anche a Firenze ce n’erano moltissime, ora ne è rimasta una sola, nel parco delle Cascine, dalla curiosa forma di piramide.

Le Cascine sono il più grande parco di Firenze, creato come fattoria da Alessandro de’ Medici nel 1563, è situato nella prte occidentale della città, sulla riva destra dell’Arno, dal 1869 è proprietà dell’amministrazione cittadina. E’ un luogo piacevole per passeggiare nei suoi boschi (più di 19.000 alberi) e nei suoi lunghi prati, tuttavia, come per molti parchi cittadini, non andate nel parco delle Cascine di notte, può essere veramente pericoloso, anche se pattuglie di polizia girano in continuazione.

La cache è nascosta vicino alla piramide, è un piccolo tubetto di plastica.


Buontalenti is famous as architect of late Renaissance and Manierism, but he was also sculptor, scenograph and militar engineer.
If you go into some ice-cream shop in Florence, you could find sometimes the ice-cream “Buontalenti-taste”. “Why is Buontalenti linked to the ice-cream?” you will ask youeself. And what kind of taste is it?. Buonatlenti is surely linked to the ice-cream, as a matter of fact he is the inventor of the modern ice-cream. The ice-cream, understood as sorbet was known since the Bible age, Isaac offered to Abraham goat milk with snow. Egyptians, Greeks, Romans used snow mixed with honey, fruit, milk and so on, the ice-cream was only ice from snow, sweetened and flavoured, nothing more, attempt to realize more complex solutions failed sice there were no freezer, the problem was to keep it chilled, to avoid that the sorbet became slush.
Buontalenti invented a machine, pratically a sealed box with ice, with a handle moving some blades which could keep the ice-cream amalgamated avoiding melting, so he could use more complex ingredients like zabaglione, eggs, and so on. Buontalenti, who was also a glutton, found accomplishment in another great glutton: Caterina de’ Medici who appreciated very much his invention and when she became the wife of the king of France Henry II, she took it with herself in Paris, where it had a great success.
For this reason, if you will buy a “Buonatalenti-taste” ice-cream, that is a zabaglione taste, remember that you are tasting the first taste of the world in the ice-cream story.

Before that the refrigerators were invented, during the Winter some cars carried blocks of snow from the mountains to the cities, where they were stored in dedicated ice-buildings for the conservation of the food. Also in Florence there were many, nowadays only one survives in the Park of Cascine, it has the curious form of a pyramid.

The Cascine is the greatest park of Florence, established as a farm from 1563 from Alessandro de’ Medici it is placed on the western side of the city, along the right riverside of Arno, from 1869 it is property of the City Administration. It is a pleaseant place to stroll in its woods (over 19.000 trees) and in its long meadows, but as for many city parks, don’t go to the park in the night time, it could be very dangerous, even though police cars patrol the park.

The cache is hidden near the pyramid, it is a little plastic tube.

Additional Hints (Decrypt)

Zntargvpn. Qnyyn cvenzvqr ny pbab. Zntargvp. Sebz gur clenzvq gb gur pbar.

Decryption Key

A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M
-------------------------
N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

(letter above equals below, and vice versa)